Giornata mondiale contro il cancro ovarico 2019: come prevenirne l'aspetto?

L'8 maggio si celebra la Giornata mondiale del cancro ovarico . Una malattia che colpisce le donne e che è qualcosa di complicato da prevenire. Esistono 3 tipi di carcinoma ovarico: carcinoma epiteliale che rappresenta l'85-90% dei tumori ovarici; tumori a cellule germinali, che sono tumori molto rari e stromali, ancora più infrequenti.

Dobbiamo sottolineare che, secondo la Società Spagnola di Oncologia Medica, questo tumore, soprattutto il primo, rappresenta globalmente il 3% dei tumori nelle donne ed è la quarta causa di morte per cancro nelle donne dopo cancro ai polmoni, al seno e al colon. .

Cause principali

Secondo la Società, alcuni studi indicano che una dieta ricca di grassi e l'esposizione al talco sono fattori di rischio, mentre altri sono fattori ormonali e fattori legati alla riproduzione. Sebbene riconoscano che circa il 20% dei tumori ovarici sono ereditari.

I sintomi

L'AECC afferma che è importante consultare il medico se presenti alcuni di questi sintomi:

  • Gonfiore o aumento del diametro addominale.
  • Dolore persistente pelvico o addominale.
  • Difficoltà a mangiare o sensazione di pienezza continua.
  • Hai bisogno di urinare più frequentemente.
  • Cambiamenti nell'abitudine intestinale (stitichezza o diarrea) o comparsa di nausea e / o vomito.
  • Mal di schiena senza una causa nota che peggiora progressivamente.
  • Stanchezza.
  • Perdita o aumento di peso senza causa nota.
  • Sanguinamento vaginale e alterazioni del ciclo mestruale.

Prevenzione del cancro ovarico

Nel giorno mondiale del cancro ovarico 2019 vale la pena sottolineare come possiamo prevenirne l'aspetto. Il primo è prevenire e per questo è particolarmente necessario effettuare esami e revisioni . Andare dal ginecologo è importante per rilevare possibili anomalie.

Ad ogni modo, gli specialisti dicono che è difficile da diagnosticare per citologia, perché non serve a rilevare il cancro ovarico, rileva solo il cancro cervicale. Pertanto, la prevenzione, in questo caso, viene effettuata soprattutto nelle donne con una storia familiare . Devono superare alcuni esami come l'esame pelvico, i marcatori tumorali e l'ecografia transvaginale.

Secondo l'American Cancer Society, le donne possono ridurre leggermente il rischio evitando altri fattori di rischio , come mantenere un peso sano, o non ricevere terapia ormonale sostitutiva dopo la menopausa.