Ortoressia: l'ossessione di mangiare sano

Mangiare sano è essenziale per il nostro corpo e la mente. Ma quando passiamo, allora diventa ossessione, e va contro di noi. L'ossessione per un'alimentazione sana si chiama ortoressia e corrisponde a coloro che misurano la composizione nutrizionale di ogni ingrediente che mangiano.

Il nome di questo disturbo alimentare è stato coniato per la prima volta nel 1997 dal Dr. Steven Bratman. È simile ai disturbi ossessivi compulsivi, che in questo caso sono orientati al cibo. Ma anche queste persone tendono anche a fare estrema attenzione, a fare molto esercizio e non abbastanza a ciò che mangiano.

Come individuare l'ortoressia?

Abbiamo già detto che mangiare sano è uno dei modi migliori per prendersi cura di noi stessi. Ma il nostro corpo deve essere nutrito con una dieta variata e non vale solo frutta e verdura. Quindi, all'inizio, di solito è piuttosto complicato rilevare l'ortoressia.

Tra i sintomi che le persone con questo problema di solito hanno è che pensano sempre a ciò che mangiano, controllano eccessivamente il più sano possibile, e anche allora non finiscono di accontentarsi di ciò che è stato consumato.

Tali persone spesso pianificano in anticipo i menu in dettaglio. Ma c'è di più, perché di solito usano tutti i tipi di materiali diversi per cucinare, tagliare il cibo, ecc. quindi non vengono contaminati. Coloro che soffrono di questo problema spesso incoraggiano anche altre persone a mangiare sano.

Cause principali

Non esiste una causa assoluta per spiegare questa malattia. Per molti disturbi alimentari hanno un forte background mentale, insicurezza, problemi nell'infanzia. La verità è che molti pazienti sono giovani chicha o donne con un potere d'acquisto medio-alto, cioè hanno una certa cultura per sapere cosa prendere e cosa non fare in un dato momento. Ma di solito sono preoccupati per il loro aspetto fisico.

In ogni caso, è essenziale trattare questo problema per mano di psicologi e nutrizionisti e stabilire una terapia parallela. Per questo è necessario indagare sulla vita del paziente e sapere perché ha questa ossessione. Il nutrizionista deve reindirizzare il modo di mangiare, inculcare ingredienti sani senza questo controllo o in modo esagerato.