Come fare il compost fatto in casa

Uno dei prodotti fertilizzanti di cui le nostre piante hanno bisogno è il compost, che possiamo acquistare nei negozi specializzati in giardinaggio, o anche farlo a casa da diversi rifiuti. Vediamo dopo, come fare il compost fatto in casa.

Qual è il compost

Il compost non è altro che una miscela di rifiuti organici, in uno stato di decomposizione, rifiuti di giardino, erba secca e rami spezzati.

Il compost è fatto per due motivi principali: ridurre i rifiuti organici (scarti di cibo, carta, ...) per buttarli via, riducendo così la quantità di rifiuti prodotti in casa

e soprattutto, essere in grado di produrre fertilizzanti fertili per le nostre piante.

Questa seconda ragione è senza dubbio la principale quando si cerca di fare il compost fatto in casa perché in un modo semplice e in pochi passaggi avremo del fertilizzante per le piante, quindi vediamo come è fatto.

Passi per fare il compost fatto in casa

Per iniziare a fare il compost domestico hai bisogno di un contenitore adatto per questo scopo . La dimensione del contenitore del compost varia in base alla quantità di rifiuti prodotti, se ci sono poche persone in casa, sceglierne una di dimensioni modeste.

Se non ce l'abbiamo, possiamo comprare un contenitore di plastica con un coperchio per i rifiuti che faremo diversi fori con un trapano o un coltello, attorno alle pareti per aerare il contenuto all'interno garantendo le condizioni di umidità adeguate.

Il posto giusto per il compost

Il luogo in cui colloceremo il composter è fondamentale per ottenere un buon compost, quindi non è consigliabile posizionare il contenitore in un luogo esposto direttamente alla luce solare, ma si dovrebbe anche evitare un luogo eccessivamente umido. Il pavimento su cui poggia il composter deve essere asciutto e livellato.

Che sprechi fa il compost?

Non tutti i rifiuti sono adatti al compost, anzi, alcuni possono persino rovinarlo. Per questo motivo, è consigliabile mettere solo alcuni tipi di rifiuti organici:

  • verdure
  • carta da giornale
  • Bustine di tè
  • fogliame
  • erba
  • Spazzatura del giardino

I rifiuti che NON dovrebbero essere inclusi sono questi:

  • Verdure cotte
  • Prodotti lattiero-caseari
  • Fazzoletti usati
  • plastica

La proporzione da seguire per ottenere un buon compost è la seguente: 50% di foglie, rami e rifiuti di giardino e il 50% di rifiuti domestici (frutta, verdura, carta, ecc.)

Aspettando il compost

Una volta che hai tutti gli "ingredienti" per fare il compost devi metterli nel composter, e dovremo aspettare almeno una settimana o due per iniziare il processo di decomposizione dei rifiuti. Ci rendiamo conto che quando ci avviciniamo alla mano, sentiremo il calore prodotto dal processo di compostaggio.

Uso del compost

Trascorso tale periodo di tempo, il compost sarà pronto per essere utilizzato quando il colore è scuro e uniforme . A questo punto possiamo prendere il nostro compost e mescolarlo con il terreno delle nostre piante. Il tempo stimato di attesa prima di utilizzare il compost varia: minimo sarà necessario attendere almeno un mese e mezzo.