Come pulire i calamari

Il calamaro è forse uno degli alimenti più popolari al mondo grazie alla sua presenza in innumerevoli ricette, ma per i tuoi piatti con questo mollusco perfetto, devi assicurarti che siano cotti completamente puliti. Vediamo ora, passo dopo passo e in modo semplice, come pulire i calamari.

La pulizia dei calamari

Sapere come pulire i calamari è essenziale per gli amanti del pesce, perché con esso si possono fare molte ricette come zuppe, calamari grigliati , calamari ripieni, pastella o insalate. La procedura per pulire i calamari è adeguata anche per poter conservare e calamari liberi, quindi una volta imparata la tecnica inizierai a preparare più piatti in cui è presente il calamaro.

I calamari hanno un corpo allungato da cui sporgono gli occhi e i tentacoli. Hanno anche dentro un liquido nero che usano per proteggersi (l' inchiostro del calamaro ), così che quando si tratta di pulirli bene bisogna tener conto di queste parti e delle caratteristiche del calamaro per essere in grado di pulire in condizioni come spieghiamo di seguito .

Passi per pulire i calamari

  1. La prima cosa che dobbiamo fare per pulire i calamari è lavarli con acqua corrente. Una volta che li abbiamo lavati, inizieremo prendendo la testa del calamaro e con l'altro il corpo, e procediamo a tirare delicatamente la testa per ottenere le interiora.
  2. Ora dobbiamo eliminare quello strato trasparente che copre il corpo della calamara (gladius) . Sarà sufficiente grattare un po 'con l'unghia e vedrai come viene fuori tutta la pelle mentre la stai tirando.
  3. Dopo aver rimosso completamente la pelle dei calamari, è necessario pulirli con acqua corrente per rimuovere i rifiuti dalla borsa, facendo attenzione a non romperli. Una delle migliori opzioni per pulire bene l'interno è tagliare le gambe e la testa e girare il corpo del calamaro . In questo modo ti assicuri che è molto pulito e anche pronto a tagliarlo nel caso volessi creare anelli con esso.
  4. Passiamo ora alle altre parti del calamaro. Dalla testa, rimuovere il becco cornea che si trova al centro dei tentacoli con l'aiuto delle forbici.
  5. Rimuovere gli occhi e l'intera area circostante con le forbici. Una volta tagliato il suddetto, procedere alla pulizia delle zampe del calamaro dal quale è anche possibile rimuovere la pelle trasparente che le ricopre.
  6. Basta sciacquare l'intero calamaro con acqua fredda e si può cucinare come previsto e in base alla ricetta
  7. In questo modo, quando hai pulito il calamaro , puoi tagliarlo in anelli se devi friggerli, o lasciarli interi se devi riempirli, e così via secondo la ricetta scelta.