Come leggere la tavola periodica

Vuoi sapere come leggere la tavola periodica ? Questa è la tabella in cui appaiono tutti gli elementi e sebbene tu possa pensare che sia davvero complicato, la verità è che è sufficiente sapere come interpretare le lettere e i numeri che lo compongono, con questa semplice guida di passaggi che offriamo di seguito.

La tavola periodica è un tavolo concepito per la prima volta dallo studioso e scienziato Mendeleev, che ha capito che gli elementi chimici avevano caratteristiche simili, e mentre studiava nuovi elementi, ha deciso di avvicinarli attraverso queste similitudini, fino a raggiungere il classico Diagramma di colonne che abbiamo visto e imparato nella nostra vita.

Da allora, il tavolo ha subito delle variazioni, molte delle quali introdotte dal chimico russo nel 1869. Ma a che serve e come è possibile leggere una tavola periodica? Vediamo come si fa dopo.

Passi per leggere la tavola periodica:

In primo luogo, l'importanza della tavola periodica deriva dalla necessità di catalogare ed elencare il gran numero di elementi chimici che erano stati scoperti in quel momento, per avere una classificazione univoca a livello internazionale.

  1. Quando prendi per la prima volta una tavola periodica, dovresti osservare bene e sapere che è strutturata da colonne che si intersecano formando una griglia .
  2. La tua organizzazione include colonne verticali chiamate "gruppi" a cui vengono aggiunti " elementi di transizione ", ovvero quelli tra la terza colonna (inclusa) verticale e la dodicesima colonna (inclusa).
  3. Oltre a ciò, ci sono i " periodi " , rappresentati da colonne orizzontali .
  4. La tavola periodica mostra tutti gli elementi chimici conosciuti fino ad oggi e sono divisi in tre gruppi principali: metalli, non metalli e gas nobili.
  5. In ogni quadrato del tavolo, è possibile trovare un elemento chimico . Il più piccolo è l'idrogeno con il simbolo H e quindi, per procedere alla magnitudine verso destra, troviamo l'elio (He), il litio (Li), il berillio (Be), il boro (B) e così via.
  6. Nelle prime due colonne compaiono metalli alcalini e metalli alcalino-terrosi . In ogni cella rispetto a un elemento, vediamo numeri e lettere, questi sono: il numero atomico, il peso atomico, la struttura atomica (composta da un numero, una lettera e un apice un altro numero, ad esempio 1S1) e infine il numero di ossidazione.
  7. Successivamente, le lettere in ciascun "quadrato" si riferiscono al simbolo del nome dell'elemento (ad esempio, idrogeno, H, magnesio, Mg, ecc.).
  8. Pertanto, la tavola periodica può essere letta in entrambe le direzioni, sia verticalmente che orizzontalmente, ovviamente senza dimenticare che ogni colonna o riga ha caratteristiche molto diverse.
  9. Ogni elemento chimico si trova in natura e anche in applicazioni industriali, quindi l'importanza di questa colonna è essenziale per chiunque voglia avvicinarsi al mondo della chimica.