5 consigli per goderti il ​​tuo primo acquathlon

Nessuno può negare che la corsa sia una moda che è venuta a restare. Tuttavia, ci sono molti atleti che pongono nuove sfide oltre le gare a piedi. L'opzione più audace per i triathlon, ma per cominciare raccomandiamo un'altra disciplina che potrebbe essere meno impegnativa, come l'aquathlon, dove devi correre e nuotare . Le distanze possono variare a seconda degli organizzatori, quindi non ti forniremo una distanza di riferimento, ma una buona opzione può essere di 1.500 metri di corsa, 500 di nuoto e altri 1.500 a piedi. Ti daremo sotto 5 consigli per goderti il ​​tuo primo acquathlon .

  1. Deve essere dosato bene in modo da non consumarsi sin dall'inizio. Tendono ad essere a breve distanza, ma la combinazione di due discipline molto impegnative ti farà stancare molto facilmente. È possibile che se si tenta di rendere i chilometri troppo veloci a piedi, questo porterà il pedaggio sull'acqua.
  2. Fai attenzione quando entri in acqua . È possibile che tu arrivi con buone sensazioni della corsa a piedi, ma se diventi molto forte è probabile che il tuo passo sia molto più grande di quello che puoi sopportare.
  3. Non essere disorientato. Prova a trovare un punto di riferimento per controllare le distanze. Nei test che si svolgono in mare è importante guidarci attraverso le boe.
  4. Cerca di indossare gli occhiali correttamente . Con la fretta forse non li metti bene e finisci praticamente a nuotare ciecamente. In tal caso sarà sempre meglio per te stare in piedi per un momento e regolarli bene. Quindi puoi nuotare più comodamente.
  5. Non cercare di seguire alcun partner o lasciarsi trasportare dal tempo. Nella prima competizione, la cosa più importante è finire e farlo con buone sensazioni . Ci sarà tempo per migliorare i marchi.