Autunno, tempo di castagne

L'autunno è sinonimo di alberi spogli a causa della caduta delle foglie, della bassa temperatura e del fumo bianco e delle braci emesse dalle bancarelle dei castagni. È un frutto secco con molte connotazioni, perché anche per le sue caratteristiche si può dire che ha le sue condizioni che lo rendono diverso dagli altri a causa del basso apporto calorico e della quantità di carboidrati che forniscono, molto simile ai cereali. L'autunno è tempo di castagne, quindi cogli l'occasione per mangiarli.

Questo cibo cresce principalmente nelle province settentrionali della Spagna, come le Asturie, la Galizia o la Cantabria, cioè aree umide e fresche. Per molti secoli hanno mangiato nel nostro paese e sono persino venuti ad essere conosciuti come "il pane dei poveri" . Una volta che la frutta si è asciugata, ne hanno approfittato per trasformarla in farina ed era una delle poche alternative che avevano.

Se la castagna in senso nutrizionale si distingue per qualcosa, è dovuto al suo basso apporto calorico . La metà di questo frutto è acqua e l'altra metà carboidrati, circa il 42%. Sono carboidrati complessi con un indice glicemico basso che favorisce una digestione più lenta.

Il processo di questo frutto è molto semplice. Una volta che cade dall'albero trasformano gli idrati in zuccheri, il che significa che dopo che sono passati alcuni giorni dalla loro raccolta, diventano più dolci. Inoltre quando cucinano ottengono un tocco più dolce a causa dell'idrolisi dei carboidrati.

La quantità di proteine ​​e grassi nella castagna è molto piccola . Nel caso di quest'ultimo, può raggiungere al massimo il 2%. Nulla a che vedere con i valori che altre noci hanno come mandorle, nocciole o noci, che in molti casi più della metà del prodotto sono grassi salutari che comportano un apporto extra di calorie.

Nel caso delle noci tradizionali, le razioni possono essere un po 'più limitate poiché i grassi sono più facili da saziare rispetto alle castagne. Circa dieci castagne, che possono essere circa 100 grammi, che è quello che puoi comprare in bancarelle di strada approssimativamente, forniranno solo 200 calorie .

Quando si tratta di minerali, le noci del Brasile hanno una ridotta quantità di ferro, calcio e magnesio, anche se il contributo più importante è quello del potassio . Né dovrebbe essere trascurato il suo contenuto di sodio di piccole dimensioni. Alcuni esperti in nutrizione credono che possano essere un perfetto sostituto delle patatine fritte, sia per il loro basso valore calorico sia per la piccola quantità di sale che forniscono.

Si distinguono anche per le vitamine C e l'acido folico, anche se questi valori possono essere persi o ridotti una volta cotti. Un altro aspetto da tenere in considerazione per questo tipico frutto autunnale è il suo contenuto di fibre, che è compreso tra il 5 e l'8%, quindi può essere un'ottima opzione per coloro che soffrono di stitichezza. Per mangiarli, il solito è crudo, arrostito o cotto.