Suggerimenti per la progettazione di un buon tavolo di allenamento

Gli atleti che vogliono fissare un obiettivo di solito hanno uno stretto controllo sugli allenamenti. In alcuni casi seguono le routine pianificate dagli allenatori o sono incaricati di elaborare i propri piani secondo una serie di criteri. È chiaro che in questo modo si ottiene una maggiore autonomia, anche se alla fine la qualità delle sessioni ne risentirà. In questo articolo ti diamo alcuni consigli per progettare un buon tavolo di allenamento .

È importante che nella pianificazione di un programma di questi abbiamo obiettivi, pause, intensità e carichi molto chiari.

La guida per tutti gli sportivi

Grazie ai tavoli di allenamento, gli atleti hanno una guida che servirà come riferimento quando si tratta di raggiungere i loro obiettivi . Questi programmi varieranno a seconda degli obiettivi. Di seguito spieghiamo i tipi più comuni di allenamenti.

  • Allenamento aerobico : utilizzato per migliorare la capacità aerobica ed è utilizzato dai corridori per migliorare la resistenza. Inoltre, di solito optano per questo modello quelle persone che intendono perdere peso.
  • Tonificazione : è perfetto per i principianti in palestra. È usato principalmente per tonificare i muscoli e adattarli agli sforzi successivi.
  • Ipertrofia : per sviluppare questo piano e richiede un maggiore grado di esperienza con i pesi e la palestra. Si tratta di creare nuove fibre muscolari e aumentare il volume muscolare, sia per guadagnare forza o con un obiettivo più estetico.
  • Forza massima : consiste nell'eseguire una singola ripetizione con il carico più alto possibile. In questo modo sarà possibile determinare il peso che può essere sollevato nelle sessioni. Ciò che viene perseguito con questo metodo è aumentare il picco di forza massima e volume muscolare.

Altri aspetti da valutare

Una volta che hai il tavolo di allenamento e gli obiettivi da perseguire, devi includere altre variabili nel nostro programma. I giorni che abbiamo libero di frequentare in palestra devono essere determinati, poiché in questo modo sarà possibile organizzare il lavoro dei diversi gruppi muscolari. Sarebbe conveniente fare un'analisi preliminare sugli esercizi che sono i più ottimali per il nostro corpo. Garantiremmo così una maggiore evoluzione.

In questi tavoli di allenamento non dovremmo mai dimenticare tutti i gruppi muscolari, poiché altrimenti squilibri sarebbero molto dannosi per la nostra salute. Tieni presente che nel medio-lungo termine saremmo più esposti a subire un infortunio. Gli esperti consigliano, ad esempio, di rafforzare la zona lombare nei giorni in cui la parte addominale deve essere esercitata. Né consigliamo che lo stesso giorno lavoriamo tricipiti e bicipiti.

Il numero di serie e ripetizioni varia a seconda degli obiettivi che abbiamo in mente. A questo dobbiamo aggiungere i giorni di riposo, che sono altrettanto importanti degli allenamenti, poiché durante la fase di riposo è quando il nostro corpo assimila l'intero carico di lavoro.

Ogni quattro settimane cercheremo di variare le abitudini per mantenere la motivazione e ottenere progressi nelle sessioni.