Come combattere la gastroenterite

Vomito, diarrea, nausea e malessere sono di solito i sintomi di una gastroenterite, che è un'infezione del sistema digestivo causata da un batterio o da un agente patogeno da un cibo mangiato in cattive condizioni. Il risultato sarà un'infiammazione della mucosa gastrica e intestinale. In questo articolo spieghiamo come combattere la gastroenterite .

In generale, questo tipo di disturbi non sono troppo seri. Nel giro di un paio di giorni torneremo alla normalità, sebbene possa influenzare più fortemente i giovani, gli anziani e coloro che sono debilitati.

Il modo migliore per trattare la gastroenterite è riposare, bere molti liquidi e ridurre il più possibile il consumo di solidi, soprattutto nelle prime ore. In quelle situazioni più gravi dovremo probabilmente passare attraverso l'ufficio del medico per seguire un trattamento. Per affrontare questa malattia hai bisogno di una buona idratazione, una dieta corretta e priva di fibre.

Durante le prime 24 ore dovremo fare una dieta totalmente liquida, poiché in questo modo aiuteremo il corpo ad espellere i germi prevenendo la disidratazione. In molti casi, è opportuno consumare il siero farmaceutico o eseguire noi stessi la preparazione con acqua, sale, zucchero e bicarbonato. Ci sono altre bevande che si adatteranno anche molto bene nel nostro recupero, come l'acqua con limone, l'infusione digestiva o rilassante come la melissa o la camomilla. Le bevande isotoniche che possono essere acquistate in qualsiasi supermercato possono anche essere di grande valore durante le prime ore del disturbo.

Una volta passate le prime 24 ore, il disagio può essere rimosso, ma la mancanza di appetito continuerà . In tal caso è meglio non forzare il corpo e che gli diamo abbastanza tempo per guarire completamente. Ci vorranno ancora tra due e tre giorni per tornare alla normalità e inizieremo con una dieta astringente senza fibre, con lo scopo che la funzione intestinale sia regolarizzata. Quando sentiamo qualcosa di meglio, sarà il momento di aggiungere riso bollito, patate bollite e carote, cibi secchi, pesce bianco alla griglia, petto di pollo e piccole porzioni di frutta matura come mela o banana ai nostri menu.

Un'altra raccomandazione fatta dagli esperti è quella di mangiare cibi ricchi di pecticina, che è una fibra solubile con effetto astringente. All'interno di queste opzioni ci sono la pera cotta, la mela arrugginita e grattugiata o la banana abbastanza matura.

In generale, la gastroenterite è più frequente in questo periodo dell'anno. I casi che si verificano non sono troppo gravi, anche se dobbiamo prestare attenzione ad alcuni dettagli in modo che non finiscano per infettare. Quindi, è molto importante mantenere condizioni e pratiche igieniche appropriate, come lavarsi le mani con acqua e sapone prima di ogni pasto o evitare il contatto delle mani con gli occhi, la bocca o il naso. Alcune persone di solito soffrono di questi episodi di gastroenterite tra 0, 5 e 2 volte l'anno.