Come differenziare l'allergia dall'intolleranza

Sono sempre più numerosi i casi di persone affette da allergie e intolleranze alimentari. Alcuni considerano lo stesso, ma sono diversi tipi di reazioni, quindi è necessario differenziarli. Circa due milioni di spagnoli presentano qualche tipo di allergia alimentare, mentre l'incidenza di intolleranza al glutine e al lattosio raggiunge rispettivamente l'1 e il 40%. In questo articolo vi mostriamo come differenziare l'allergia dall'intolleranza .

Hanno sintomi molto simili. Quando si mangia un cibo intollerante, molto probabilmente questa persona inizia a sentirsi male, mentre quando si tratta di una reazione allergica potrebbe essere pericolosa per la vita .

Nel caso di allergie, la persona interessata presenta una precedente sensibilizzazione al cibo, essendo precedentemente in contatto con lui per sviluppare questa consapevolezza. La reazione dopo l'assunzione di un prodotto allergico richiede solo un'ora, anche se possono esserci casi eccezionali. D'altra parte, nelle intolleranze non c'è alcun legame con il sistema immunitario e il cibo consumato non viene assimilato nel modo giusto, né dalle sostanze aggiunte o che sono naturalmente presenti in esse.

La differenza principale tra le due risiede nella gravità dei sintomi. Le allergie presentano più complicazioni, a volte portano alla morte a seconda del grado di sensibilità. I principali organi interessati sono il tratto respiratorio, la pelle, il sistema cardiovascolare e il sistema digestivo. Questi sintomi sono accompagnati da diarrea, vomito, nausea, vertigini, perdita di coscienza e dolore addominale.

D'altra parte, i principali sintomi di intolleranza sono associati al sistema digestivo . Sia l'intestino che lo stomaco non sono in grado di assimilare il cibo e finiscono per produrre diarrea, vomito e mal di stomaco.

Per diagnosticare le intolleranze alimentari, sarà sufficiente eseguire un esame del sangue, che può essere accompagnato da test come biopsie per verificare se si sono verificati danni più importanti. In caso di allergie, i test cutanei saranno sviluppati con i presunti alimenti che causano il problema.

Fino a qualche anno fa, per risolvere i casi di allergia alimentare, abbiamo optato per sopprimere il suddetto cibo, ma ora il metodo viene modificato e vengono introdotti protocolli di induzione della tolleranza, specialmente in coloro che hanno allergia alle uova. e alle proteine ​​del latte. Recuperano il 90% dei casi in età da bambini . Coloro che sono intolleranti a prodotti come latte o glutine dovrebbero evitare il più possibile l'assunzione per migliorare la loro salute e anche non aumentare l'irritazione del sistema digestivo.

Tra i consigli forniti dagli esperti è quello di controllare le etichette al supermercato prima di acquistarle, per evitare la contaminazione incrociata che può essere in cucina a causa della scorretta manipolazione degli alimenti dannosi per gli intolleranti o gli allergici. In caso di dubbi, è preferibile rivolgersi a un allergologo.