Lo sapevi che essere pigro non è così negativo?

La pigrizia è sempre stata disapprovata. In realtà rappresenta uno dei sette peccati capitali. Tuttavia, la nostra idea potrebbe subire una svolta di 180 gradi dopo un'indagine. Lo sapevi che essere pigro non è così negativo come pensavamo?

I risultati di questo studio che appaiono nel Journal of Health and Psychology mostrano che le persone con livelli di intelligenza più alti passano più tempo a riflettere e pensare che a recitare . Ciò significa quindi che i pigri approfittano del tempo ma in un altro modo.

I responsabili di questo lavoro sono scienziati della Gulf Coast University della Florida. Di tutte le persone che sono venute allo studio, ne hanno scelte solo 60. Dopo aver fatto un questionario, sono stati in grado di vedere quali erano quelli che più pensavano e quali erano i meno. A ognuno di loro è stato dato un accelerometro che hanno portato per una settimana al polso.

La conclusione principale tratta da queste indagini è che dal lunedì al venerdì il gruppo di persone che pensava di più era anche il meno attivo, erano più pigri. Tuttavia, durante il fine settimana non ci sono state differenze significative tra i due settori, cosa che i ricercatori non hanno potuto chiarire.

Relazione tra pigrizia e intelligenza

Con tutte queste informazioni, i membri responsabili di questo studio sottolineano che l'intelligenza e la pigrizia sono collegate. Tuttavia, dovremmo anche valutare i rischi per la salute di questo peccato capitale, poiché di solito porta a uno stile di vita piuttosto sedentario, con la possibilità di soffrire di obesità e malattie cardiovascolari.

In realtà, alla fine della giornata, abbiamo il tempo di allenarci e di essere pigri . Il problema è quando passiamo tutto il giorno seduti sul divano o davanti al computer. Dobbiamo risolvere questo.