Come fare un reclamo

Se sei uno studente di giurisprudenza, forse devi preparare una causa come pratica o per un esame, o forse come cittadino, stai pensando di presentare una causa contro qualcuno in particolare, quindi ti spiegheremo passo dopo passo e in modo semplice, come fare una richiesta.

Qualsiasi persona o cittadino ha il diritto di presentare un reclamo, anche se per essere accettato da un tribunale e dare il via a procedimenti giudiziari o civili, deve avere un linguaggio tecnico-legale che la legge richiede, quindi spiegheremo che cosa i passaggi da eseguire per eseguire correttamente il reclamo.

Passi per presentare un reclamo

Qualsiasi reclamo che si desidera presentare deve essere fatto seguendo una serie di linee guida in modo che sia sempre bene avere qualche nozione di legge e procedura da parte della giurisdizione civile, penale, laburista o amministrativa, ma non esserlo, non preoccupatevi come potete guidarti con ciò che ora ti spieghiamo.

Prima di tutto, saremo guidati da una struttura poiché ogni richiesta che presentiamo deve essere suddivisa in diverse sezioni che sono:

  • designazione dell'organo giurisdizionale (a cui si indirizza);
  • designazione delle parti (in cui dovremo identificare la parte che richiede e il convenuto con nome e dati);
  • la causa del reclamo (caso di petendi), in cui dovrai spiegare il fatto del tuo reclamo e il diritto su cui si basa la petizione per eseguire il reclamo.
  • ciò che chiedi nella richiesta, cioè che devi indicare anche l'importo (nel caso di una richiesta in cui richiedi denaro) o ciò che consideri.

La lingua che usi nella tua causa dovrebbe essere chiara e i fatti dovrebbero essere raccontati in modo ordinato.

A tutto ciò che spieghi nell'applicazione, devi anche allegare tutti i documenti che ritieni importanti o necessari per rendere ancora più evidenti i fatti e anche una serie di documenti richiesti dalla legge. Nel caso della Spagna tutto è contemplato negli articoli da 264 a 266 della legge sulla procedura civile.

Una volta accettata la richiesta di elaborazione, questa verrà inviata al convenuto in modo che lui / lei avrà 20 giorni per rispondere e nella maggior parte dei casi, le parti si incontrano in anticipo in quella che è nota come conciliazione per raggiungere un accordo e quindi essere in grado di salvare un procedimento giudiziario che è costoso (sia nel tempo che economicamente).

Infine, è sempre consigliabile e necessario avere un avvocato (privato o ex officio) attraverso il quale presentare la nostra causa e, ovviamente, portare tutta la nostra rappresentanza legale a meno che noi stessi non abbiamo la formazione necessaria per farlo.