Una bicicletta con due ruote anteriori per superfici pericolose

L'azienda specializzata in terreni montuosi Rungu porta sul mercato una bicicletta con due ruote anteriori per superfici pericolose. È un veicolo elettronico chiamato Juggernaut. Tra le due gomme anteriori non c'è praticamente un grande spazio, che aiuta il pilota a compiere curve pericolose o circolare su superfici molto complicate senza perdere l'equilibrio.

Le tre ruote sono molto spesse e come avvertono dalla società di mountain bike, grazie a questo nuovo design l'utente otterrà una migliore maneggevolezza della bicicletta in condizioni avverse. Grazie a questi due pneumatici anteriori, si ottiene una maggiore stabilità a velocità eccessivamente basse, come quelle ottenute quando si guida attraverso la neve, la sabbia o scendendo o salendo le scale.

Questa novità consente un equilibrio tra stabilità e velocità. Con le biciclette a due ruote prodotte da questa azienda, il ciclista ha la possibilità di ribaltare a turno, ma nel caso delle due ruote anteriori, in quanto vi è poca separazione tra i due dischi, l'utente ha maggiore sicurezza senza dover partire di pedalare o frenare, spiegano.

Rungu ha brevettato un sistema tecnologico che collega il manubrio alla direzione della bicicletta. Il montaggio della bicicletta e l'asse funzionano normalmente. In ogni caso, abbiamo lavorato con l'intenzione che le ruote anteriori non scivolino quando ci sono svolte troppo brusche.

Il motore Rungu Juggermaut ha 2.100 watt di potenza. Ad occhio nudo potrebbe sembrare una bicicletta troppo pesante per avere tre ruote, ma nella produzione viene utilizzato un alluminio che riduce i chili. Tra le altre caratteristiche di questa bicicletta elettrica è che consente di conoscere la potenza consumata, la batteria rimanente e la velocità alla quale viene passata.

Il peso è di 41 chili e consente di raggiungere 32 chilometri all'ora. Può già essere acquistato tramite il sito web Rungu al prezzo di 3.300 dollari, che è poco più di 2.900 euro.