Misofobia: la paura della sporcizia

È una delle fobie meno conosciute e può supporre un isolamento totale della persona per paura della sporcizia. Stiamo parlando di misofobia . In cosa consiste e quali sono i suoi sintomi? Non perdere questo articolo.

Cos'è la misofobia?

Il termine misofobia deriva dalla parola mysos, "inquinamento" e phobos, "paura") e significa paura della sporcizia. William Hammond descrisse questo disturbo per la prima volta nel 1879.

È all'interno del cosiddetto disturbo ossessivo compulsivo (OCD). La sua paura si concentra sugli odori corporei e sulla sporcizia. La persona che soffre spesso lavarsi le mani per evitare la contaminazione da germi.

Ci sono diverse scale in questa fobia, dal momento che ci sono pazienti che temono solo batteri e microbi, e altri che hanno paura di qualsiasi agente che possa essere contaminato intorno a loro, causando il loro isolamento dalla società.

Cause di misofobia

Un'esperienza traumatica o un'educazione troppo preoccupata della sporcizia sono alcune delle sue cause.

  • La maggior parte di questi tipi di comportamenti ha una componente ereditaria.
  • In altri casi è solitamente il risultato di un'esperienza traumatica.
  • Può essere il risultato di un'educazione troppo impegnativa con la pulizia.
  • Paura di contrarre infezioni

Sintomi di misofobia

Il sintomo più frequente è quello di lavarsi le mani costantemente.

Secondo gli studi, le persone colpite dalla misofobia di solito si lavano le mani 40 volte all'ora e cambiano i vestiti fino a cinque volte al giorno.

I sintomi più comuni di questa fobia sono:

  • Sottolineare potenziali fonti di contaminazione
  • nauseato
  • Difficoltà a respirare
  • soffocamento
  • Oppressione al petto
  • Mancanza di equilibrio, vertigini
  • Paura di perdere il controllo e morire
  • Intorpidimento delle estremità
  • brividi
  • Vampate di calore
  • Ordine eccessivo e pulizia
  • Aumento della frequenza cardiaca
  • Lavati le mani costantemente
  • Isolamento sociale

Trattamento per misofobia

Il trattamento può combinare terapia, ipnosi e farmaci.

  • Il più comune trattamento della misofobia è la terapia cognitivo-comportamentale, per comprendere la radice della malattia e affrontare le preoccupazioni che la circondano.
  • Terapia dell'esposizione e prevenzione della risposta. Con questa terapia si intende far si che il paziente affronti le proprie paure. A volte è spesso mescolato con la psicoterapia.
  • Meditazione.
  • Ipnotismo.
  • Farmaci per l'ansia e trattare lo stress.