Zucchero, un nuovo antibiotico per la guarigione delle ferite

Un nome appropriato è stato responsabile per dimostrare come lo zucchero ha una serie di proprietà curative che aiutano a guarire le ferite superficiali in un modo più efficiente rispetto al sale. Questo professionista si chiama Moses Murandu, ha lavorato come infermiera nel sistema sanitario britannico ed è docente presso l'Università di Wolverhampton. Questo professionista non ha solo testato uno studio che conferma questa affermazione, ma la sua idea è di convertire lo zucchero in antibiotico.

Qual era lo studio?

Moses Murandu è cresciuto nelle terre orientali dello Zimbabwe in condizioni di estrema povertà. Quando il giovane Murandu si ferì, a volte i suoi parenti gli offrirono zucchero invece di sale per guarirlo. Fu in quel preciso istante in cui si rese conto che questa sostanza chimica faceva guarire la ferita più velocemente, e in cima faceva pungere di meno.

Una volta raggiunto lo scopo di lavorare come professionista, ha lanciato il suo progetto. Secondo Murandu, una volta che la ferita è stata fatta, per curarla dovresti mettere questo disaccaride su di esso e applicare una benda sopra. I granuli assorbono l'umidità che consente lo sviluppo di batteri. Senza batteri, la ferita guarisce più velocemente.

La conferma arrivò attraverso una base di test in laboratorio e persino su casi clinici umani . Il test pilota ha mostrato che alcuni ceppi di batteri crescevano in basse concentrazioni di canna da zucchero o barbabietola, ma questi erano completamente inibiti in alte concentrazioni. Finora ha condotto studi clinici in 41 pazienti nel Regno Unito.

Questa realtà potrebbe essere una vera rivoluzione per creare nuovi farmaci e persino essere considerata un sostituto dei costosi antibiotici che non tutti possono acquisire. Il problema, nelle parole di Murandu, è che le compagnie farmaceutiche non compensano la promozione di qualcosa che non può essere brevettato.

Infine, questo ricercatore ha dimostrato che questo trattamento è valido anche nei diabetici, che di solito soffrono di ulcera. Lo zucchero è saccarosio e hai bisogno dell'enzima sucrasi per convertirlo in glucosio. Poiché il saccarosio si trova nel corpo, solo quando viene assorbito lo zucchero diventa tale. Pertanto, applicarlo sulla parte esterna della ferita non influirà su nulla.