Com'è avere allergie fredde o alghe fredde?

L'allergia al freddo è uno strano orticaria cronico che colpisce 1 persona su 2000 nell'Europa centrale. Un vero incubo per chi vive in ambienti esposti a basse temperature. E non solo, anche per le brusche variazioni del termostato, l'acqua ghiacciata si tuffa e, persino, il consumo di prodotti surgelati o refrigerati.

Tutte queste situazioni fanno sì che il corpo rilasci istamina e altre sostanze chimiche nel sangue . Ciò a sua volta causa una serie di sintomi di grande disagio per il paziente, di solito in aree più esposte al freddo come le mani o il viso.

Come sapere se hai un'allergia al freddo

I sintomi compaiono pochi minuti dopo essere entrati in contatto con il freddo.

L'allergia al freddo, nota anche come orticaria da frigore, ha sintomi specifici. Questi appaiono entro pochi minuti dal contatto con il freddo, che di solito è a temperature inferiori ai quattro gradi . Questi segni possono anche apparire in condizioni di forte umidità o venti gelidi e servono per conoscere la situazione prima della diagnosi ufficiale:

  • Gonfiore delle mani quando si tengono oggetti freddi.
  • Alveari nell'area colpita che causano prurito e bruciore.
  • Problemi respiratori
  • Infiammazione delle labbra e della gola quando si consumano cibi freddi o bevande.
  • Episodi di anafilassi, cioè una risposta allergica generale.
  • Questo ultimo sintomo può portare a palpitazioni e svenimenti .

Trattamento contro l'orticaria da freddo

Il sintomo più importante è la comparsa di punti rossi e lividi.

Se non hai mai sperimentato un episodio simile a quello che abbiamo discusso prima, un test molto efficace per verificare se l'allergia fredda è il test del cubo di ghiaccio. Per cinque minuti, lascia che tocchi un'area del tuo corpo. Se dopo dieci minuti si è verificata una reazione cutanea, la diagnosi sarà chiara.

Il miglior trattamento contro l'orticaria frigida è la prevenzione, poiché la cosa più normale è che i sintomi scompaiano col tempo. Tuttavia, se la reazione raggiunge un livello superiore rispetto al resto, si raccomanda anche il consumo di farmaci da prescrizione. Tutto dipende dal criterio del medico curante.