Anti-vaccini e ritorno di malattie già sradicate

Solo 30 anni fa, malattie come il morbillo, la pertosse o la parotite causavano la morte di milioni di persone all'anno in tutto il mondo. Una situazione che con il passare del tempo è stata sradicata grazie all'invenzione del primo vaccino contro il vaiolo, grande scoperta medica del britannico Edward Jenner, che ha motivato la creazione del resto dei trattamenti preventivi.

A partire da quel momento, la maggior parte delle epidemie che hanno devastato la popolazione sono state neutralizzate. Almeno fino ad ora. Un nuovo movimento, noto come anti-vaccino, ha messo di nuovo sotto controllo le agenzie internazionali per la prevenzione delle malattie . Questa corrente consiste nel rifiuto o nel ritardo volontario della vaccinazione della più piccola della casa. Una decisione motivata principalmente da convinzioni religiose o filosofiche, motivi personali o ragioni di sicurezza ingiustificate.

Una nuova epidemia

In Italia, il morbillo è tornato più forte che mai.

Paesi come Francia, Germania, Italia, Regno Unito, Portogallo e Spagna hanno visto un aumento del numero di persone colpite da malattie che erano già considerate un ricordo del passato. Un passo indietro che mette a repentaglio la salute di un'intera generazione. Le cifre sono chiare. Nel 2014 sono apparsi 18.000 nuovi casi di pertosse negli Stati Uniti, una diagnosi controllata dagli anni '70 . Una situazione simile a quella del morbillo, che nel 2017 è riemerso con oltre 4.500 infetti in Italia.

Per risolvere questo problema, le autorità prevedono che a partire dal 2018 la vaccinazione sarà obbligatoria per i minori, almeno, contro 11 malattie . Tra quelli che sono l'epatite B, il pneumococco o la rosolia. Oltre a quelli precedentemente esposti. Ad oggi sono obbligatori solo tre tipi di vaccini: difterite, tetano e poliomielite.

Quali malattie sono riemerse con gli anti-vaccini?

La parotite talvolta causa un problema di infertilità.

  • Morbillo: è una malattia infettiva e contagiosa caratterizzata dalla comparsa di piccoli punti rossi sulla pelle, accompagnata da febbre alta e sintomi catarrale.
  • Parotite: noto anche come parotide, è un'infezione acuta e virale che provoca infiammazione dolorosa delle ghiandole salivari, in particolare della ghiandola parotide.
  • Pertosse: questa malattia infettiva causa una tosse incontrollata nel paziente . Se questo è giovane, gli episodi possono rendere difficile nutrirsi o respirare.

La malaria è una delle principali cause di morte nel mondo.

  • Tubercolosi: il germe del Mycobacterium tuberculosis attacca i polmoni e diffonde la malattia attraverso l'aria . Causare tosse, febbre, sudorazioni notturne o perdita di peso.
  • Poliomelite: malattia infettiva prodotta da un virus che attacca il midollo spinale. I suoi terribili sintomi sono, per esempio, atrofia muscolare o paralisi .
  • Scarlattina: questa infezione da streptococco di gruppo A è caratterizzata da febbre alta, mal di gola e macchie rosse sulla pelle .
  • Malaria: causata da un parassita che viene trasmesso agli esseri umani attraverso il morso di zanzare già infette . Successivamente, questi viaggiano attraverso il sangue fino al fegato, dove maturano. Oggi è una delle principali cause di morte nel mondo.