Una persona su quattro subirà una sincope per tutta la vita

Sebbene sia ignorata da gran parte della popolazione, la sincope interesserà una persona su quattro. Questo sintomo, che soffrirà il 25% della popolazione mondiale per tutta la sua vita, è generalmente benigno, ma a volte può essere dovuto ad aritmie cardiache. Tuttavia, uno studio di questi sintomi può portare a un trattamento corretto per il miglioramento dei pazienti.

"La corretta valutazione e il monitoraggio di questi pazienti è essenziale per chiarire le possibili cause e le loro terapie " , spiega il Dr. Andreu Porta, uno dei direttori - insieme al Dr. José Ángel Cabrera, a capo del servizio di Cardiologia e al Dr. Rafael Arroyo, Responsabile del Servizio di Neurologia, del primo giorno di progressi diagnostico-terapeutici nella fibrillazione atriale, nella sincope e nell'ictus, che si è tenuto il 1 ° febbraio.

"La quarta edizione delle linee guida europee sulla sincope fornisce una nuova visione di questa patologia, sottolineando l'importanza di un approccio multidisciplinare in cui cardiologi, neurologi, geriatri e altri operatori sanitari devono far parte della valutazione del paziente. Queste guide forniscono una grande quantità di materiale didattico online per addestrare nella corretta diagnosi dei pazienti con sincope e aiutare nell'interpretazione di test diagnostici come il tavolo basculante ", spiega il Dr. Porta, che insiste sull'importanza che le guide danno a il monitoraggio a lungo termine di questi pazienti con Holter inseribile e la registrazione video degli episodi per fare una diagnosi corretta e accurata.

Fibrillazione atriale

Nel caso della fibrillazione atriale, le linee guida 2018 dell'American College of Chest Physicians enfatizzano la classificazione CHA2DS2-VASC, oltre a una cauta valutazione del rischio di sanguinamento che deve essere misurato con la classificazione HAS-BLED. "Esistono poche evidenze a favore dell'uso di farmaci antipiastrinici come l'aspirina per la prevenzione dell'ictus nei pazienti con fibrillazione atriale. L'uso di anticoagulanti ad azione diretta è spesso raccomandato, richiedendo un monitoraggio inferiore rispetto a Sintrom e con un buon profilo di sicurezza. esempio in pazienti con una storia di sanguinamento precedente. "

La fibrillazione atriale può essere una causa di ictus . Tuttavia, anche i trattamenti di questa patologia si sono evoluti. "Le linee guida del 2018 dell'American Stroke Association hanno segnato un cambiamento importante dopo la pubblicazione degli studi DEFUSE-3 e DAWN. Il tempo del possibile trattamento con cateterizzazione terapeutica nell'ictus tromboembolico è stato esteso da 6 a 24 Inoltre, le controindicazioni al trattamento con riperfusione farmacologica con tPA (fibrinolisi) sono state ridotte, in breve: maggiori possibilità terapeutiche non invasive nei pazienti affetti da ictus tromboembolico, "in caso di ictus acuto, il tempo è cervello .