Principi della medicina tradizionale cinese

La medicina tradizionale cinese richiede milioni di anni, perché circa 2500 anni fa i preti taoisti già praticavano alcuni dei principi in esso contenuti. È tutta una filosofia della vita che si basa su vari principi che, diversamente da quello occidentale, è una pratica preventiva che cerca di rafforzare il corpo.

Coloro che elaborano questo tipo di medicina si basano sui cinque elementi chiave, come fuoco, terra, acqua, metallo e legno per fornire energia e collegarli ai meridiani che sono anche fattori chiave nella medicina cinese.

Chi, yin e yang

I suoi principi ruotano attorno a vari concetti. Uno è il chi o l'energia vitale, che regola i vari equilibri delle persone, sia nel senso più emotivo, mentale o fisico, mentre lo yin e lo yang sono i protagonisti e si stabilisce che una malattia fa la sua comparsa quando questi due diventano squilibrati avendo un'alterazione nel chi.

D'altra parte, per sottolineare che lo yin e lo yang sono due concetti di Taoismo, come vediamo, rappresentano la dualità di questa filosofia, essendo due forze opposte e complementari.

Le tecniche della medicina cinese

Per applicare terapie, ci sono diverse tecniche da applicare, come l'agopuntura, include anche la fitoterapia, che è l'applicazione di piante medicinali; terapia dietetica, basata su diete che vanno bene sia per la mente che per il corpo; moxibustion, che si basa sull'applicare calore alle aree del corpo; o l'esecuzione di massaggi, ognuno con il suo nome per mitigare vari disturbi.

Va notato che dall'Occidente queste terapie sono viste come medicine alternative, questo significa che non ci sono studi scientifici che dimostrino la loro efficacia.

A cosa servono queste tecniche? Fondamentalmente per attivare il flusso di energie e sangue all'interno dei meridiani, per risolvere disfunzioni e blocchi relativi all'energia e molti altri che si ritiene siano correlati alla cattiva salute della persona.

Per la medicina tradizionale cinese, le malattie interne possono essere causate da alcuni squilibri interni, come le emozioni e la mancanza di riposo; mentre al momento di parlare di malattie esterne, vengono attribuite cause di tipo ambientale come freddo o caldo, umidità, vento ...