L'importanza del cibo durante la donazione di sangue

Donare il sangue non è solo un atto di generosità, ma anche un piccolo gesto che può salvare vite. Questo liquido denso e rosso è un componente fondamentale del corpo umano. Tanto, che una moltitudine di trattamenti medici richiedono la loro fornitura per migliorare le condizioni del paziente. Tuttavia, nonostante la sua importanza, è impossibile produrlo. Inoltre, un individuo può donare solo sangue quattro volte l'anno, limitandone anche la disponibilità.

Per questo motivo, è essenziale trattare correttamente sia il paziente che il donatore. Una cura in cui il cibo occupa una posizione privilegiata. Dopo l'estrazione di 450 millilitri, lo staff medico di solito fornisce una serie di alimenti in modo che il donatore riacquisti la sua forza. Cosa dovremmo mangiare prima e dopo la donazione?

Prima di donare il sangue

L'idratazione è molto importante prima e dopo la donazione di sangue.

Il giorno della donazione non dovresti andare a stomaco vuoto, assicurati di mangiare qualcosa di leggero come un frutto o un frutto. Bevi anche un litro e mezzo di acqua, per avere riserve di liquidi nel tuo corpo. Inoltre, gli esperti raccomandano di adottare una dieta sana i giorni prima della donazione. Qualsiasi cibo che consumi durante le precedenti cinque o sei ore si rifletterà nelle analisi. Pertanto, evitare abbondanti razioni e ricchi di grassi o zuccheri.

Dopo la donazione

Consuma dopo la donazione alimenti ricchi di ferro, acido folico e vitamine K e B12.

La cosa più normale è che il donatore si prenda cura della sua dieta dopo il processo. Al centro medico ti forniranno una bibita o un sacchetto di patate. Tuttavia, questi prodotti di bassa qualità dovrebbero essere sostituiti da una buona idratazione, riducendo così il rischio di ipotensione. Cerca di aumentare il consumo giornaliero di acqua durante, almeno, 48 ore dopo la donazione, questa abitudine ti aiuterà a recuperare il volume del sangue.

Inoltre, si consiglia che il prossimo pasto principale includa molti legumi, uova, carne naturale, pesce o verdure verde scuro, ricco di vitamina K. Anche gli alimenti con ferro, acido folico e vitamina B12 sono molto importanti per evitare tipo di deficit.