Febbre da fieno: suggerimenti per tenere a bada le allergie

Durante i mesi primaverili, estivi e autunnali, è molto comune che il polline galleggi ancora nell'aria. Starnuti, prurito, occhi arrossati, congestione nasale ... Le persone allergiche soffrono tutti questi sintomi ogni giorno. Tuttavia, solo uno di loro passa inosservato di più. Conosci la febbre da fieno?

Il disturbo immunologico più frequente

Polvere, polline e forfora sono i principali fattori di rischio.

Conosciuto anche come rinite allergica o pollinosi, questa condizione è un tipo di rinocongiuntivite correlata all'allergia alla polvere, alla forfora o al polline stesso. I sintomi della malattia, molto simili a quelli di altre allergie, possono aumentare a seconda dell'ambiente o del clima dell'ambiente in cui si trova il paziente. I giorni più caldi, secchi o ventosi, una maggiore quantità di polline si muoverà nell'aria, aumentando le probabilità.

L'inquinamento è anche un fattore di rischio, in quanto provoca l'infiammazione della mucosa nasale e facilita l'assorbimento di queste sostanze. Per prevenire gli effetti della febbre da fieno, si consiglia di trascorrere più tempo possibile in ambienti chiusi in cui è attivata l'aria condizionata . Oltre a stare lontano da zone dove potrebbe esserci accumulo di polline.

Come possiamo combattere il raffreddore da fieno?

I sintomi della febbre da fieno sono simili a quelli di altre allergie.

Tra i soliti trattamenti per alleviare il raffreddore da fieno ci sono il consumo di antistaminici e decongestionanti, vaccini antiallergici o corticosteroidi nasali . Tuttavia, ci sono molti rimedi domestici e naturali che possono fare la loro parte:

  • Il miele è uno degli alimenti più benefici al mondo e tra i suoi componenti include una piccola parte di polline. Ciò consente all'organismo di abituarsi ad esso, riducendo l'impatto della reazione allergica.
  • Gli agrumi sono anche molto efficaci, tutti limone, arancia e pompelmo. Includono molta vitamina C e manterranno la gola libera dal muco.
  • Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, la liquirizia è considerata un cortisone naturale .
  • Il tè verde e la camomilla aiutano il paziente a bloccare la produzione di istamina e ridurre l'irritazione degli occhi, rispettivamente.
  • L'aloe vera è famosa per le sue numerose proprietà medicinali. Uno di questi è il suo potere decongestionante e antinfiammatorio .