Apiterapia: prima vittima fatale dell'agopuntura con api

Nel 2015, una donna spagnola di 55 anni residente a Madrid ha fatto ricorso all'apiterapia per alleviare i sintomi di stress e contratture muscolari. Per due anni, la paziente ha ricevuto questo strano trattamento una volta al mese. Tuttavia, nell'ultima sessione e dopo che la prima ape aveva agito sulla sua pelle, aveva difficoltà a respirare, improvvisamente perdendo conoscenza. Dopo diverse settimane in ospedale in coma, la donna è morta per un guasto multiorgano. Un risultato terribile derivante dal veleno delle api che nutre questo trattamento.

Cos'è l'apiterapia?

L'apiterapia usa apitossine, cioè veleno d'api.

Anche se sembra una procedura spericolata e rischiosa, la sua origine risale alla fine del XIX secolo. Sebbene non sia mai stato attaccato dalla comunità medica o scientifica. L'apiterapia è l'uso terapeutico di apitossine, cioè il veleno dell'ape e altri elementi di questo curioso insetto come polline, miele, pappa reale o propoli. Secondo i suoi seguaci, questa tecnica è di grande aiuto quando si tratta di combattere tutti i tipi di malattie autoimmuni, l'artrite o la sclerosi multipla, tra le altre condizioni.

La sua teoria si basa sull'infiammazione che provoca la puntura dell'ape, che stimola il sistema immunitario dell'individuo a procedere in seguito con l'infiammazione. Come spiegato dai medici spagnoli responsabili della revisione pubblicata sul Journal of Integrative Medicine, la precedente tolleranza a questo tipo di sostanze non impedisce reazioni di ipersensibilità. Al contrario, un'esposizione ripetuta alle apitossine favorisce il rischio di sensibilizzazione.

precauzioni

Non importa se il paziente ha una tolleranza alle punture.

Per evitare più casi come quello del paziente di Madrid, è importante che i futuri pazienti siano informati in ogni momento delle fasi da seguire durante la procedura e dei suoi pericoli. Inoltre, gli osservatori dovrebbero eseguire controlli completi per determinare quali clienti hanno una marcata sensibilità alle punture di api. Sono inoltre tenuti a creare un ambiente sicuro, con il pieno controllo nella gestione delle reazioni allergiche e delle tecniche di primo soccorso.