Perché compriamo la Lotteria di Natale se sappiamo che non gioca?

C'è un fattore che può impedire l'acquisto della lotteria natalizia: l'invidia preventiva e la dimostrazione di superiorità. "Prendiamo le decisioni di acquisto dall'emisfero emotivo del cervello, non importa se il 22 ° giorno è un vincitore o meno, i sogni e i desideri che si generano fino a quel giorno incoraggiano il nostro acquisto compulsivo", ha spiegato il membro dello psicologo sanitario di Top Medici María Elvira Vague.

Quindi, l'essere umano gioca per due motivi: per divertimento e per dimostrare la sua superiorità. A questo punto la superstizione appare come un modo per cercare di controllare e influenzare l'evoluzione degli eventi. Pensieri come "come faccio a comprare solo un decimo ... e se gioco alla lotteria al bar dove faccio colazione tutti i giorni ... e se ottengo il numero che ho giocato l'anno scorso ...".

Tuttavia, ci sono due profili di persone particolarmente vulnerabili alla lotteria natalizia. Primo, quelli che soffrono di disturbo ossessivo-compulsivo (DOC). L'American National Institute of Mental Health indica che le persone che soffrono di disturbo ossessivo compulsivo hanno certi pensieri ripetuti, chiamati ossessioni, e per controllarli eseguono routine e rituali più e più volte. Provocano angoscia e interferiscono con la vita quotidiana del sofferente.

In questo contesto, i pazienti con DOC sono più suscettibili alle crisi con l'avvicinarsi del giorno, mentre i pensieri superstiziosi diventano più acuti. "Sono molto consapevoli del cosiddetto" pensiero magico ", cioè della ripetuta idea di trasformare il possibile in probabile", ha spiegato lo psicologo clinico anche membro della Top Doctors Silvia García.

D'altra parte, le persone che soffrono di disturbo bipolare dovrebbero anche fare attenzione durante le fasi di eurofia ed esaltazione. L'Associazione bipolare di Madrid indica che la condizione è un disturbo organico dovuto a un funzionamento carente delle strutture cerebrali responsabili della regolazione dell'umore, in modo che l'individuo abbia significative fluttuazioni nelle sue emozioni e sentimenti, così come nel loro livello di attività.

Le fluttuazioni sono tradotte in cambiamenti verso due poli opposti nello stato mentale. "Se il periodo natalizio coincide con i momenti di positivismo, possono effettuare spese incontrollate nella lotteria, poiché possono essere convinti di conoscere il metodo infallibile in modo che li tocchi", ha detto García.

Dimmi come suoni e ti dirò come stai

In generale, ci sono processi psicologici complessi dietro ogni scommessa, come emozioni, motivazioni o atteggiamenti, tra gli altri. Lo psicoterapeuta Marisol Rodríguez Gutiérrez mette in evidenza come profili del giocatore l'esploratore, il competitivo, lo stratega, l'amico e il superstizioso.

L'esploratore e l'avventuriero: gli piace rischiare grandi quantità di denaro, senza applicare la logica, e non si lascia guidare dalle superstizioni. Non ha limiti per giocare e non ha paura di scommettere.

Il competitivo: è la persona che gioca solo per vincere. Per questo profilo del giocatore, non ottenere il risultato desiderato significava un'importante irrequietezza.

Lo stratega: il caso non entra nei suoi piani. Gioca alla ricerca di combinazioni di numeri e usa il motivo quando scommetti, senza lasciare spazio a formule casuali.

L'amico: goditi l'esperienza di gioco sono le tue premesse. Anche se questo giocatore cerca l'esperienza condivisa con la famiglia e gli amici, spesso sente l'invidia preventiva e, quindi, al momento di giocare alla lotteria di solito hanno molto presente il pensiero "e se tocca gli altri" e scommette per paura di restare fuori dal cast.

Il superstizioso: usa gli amuleti, scommetti un giorno particolare o gioca sempre gli stessi numeri. Tutto per dimostrare che sono al di sopra della fortuna. Questo tipo di giocatore è influenzato dalle tradizioni e dall'istruzione ricevuta.

"La superstizione è un caso particolare di un fenomeno psicologico chiamato 'illusione del controllo', che è la tendenza a comportarsi come se si potesse controllare eventi casuali, come il gioco d'azzardo", dice Vague.

Dopo la lotteria della Lotteria di Natale 2018

"I vincitori sono circondati da un sentimento di soddisfazione, euforia e gioia, che diventa più profonda nei tre giorni del sorteggio, quando inizia a lasciare uno stato di derealizzazione", ha detto lo psicologo Héctor Galván, che ha consigliato di non divulgare il risultato e di seguire per un certo periodo la sua vita personale e professionale come era fino ad ora.

"Allo stesso modo, è importante non confondere l'illusione con l'intuizione o la premonizione, o mettere nella possibilità che la lotteria sia la soluzione a tutti i nostri problemi e alla motivazione della nostra vita, perché se i sentimenti di frustrazione, rimpianto e persino ansia non appaiono per non essere stato premiato ", ha concluso Galván.